lunedì 2 settembre 2013

Ayurveda

L'Ayurveda nasce in India circa 5000 anni fa.
La parola è composta da Ayu che significa Vita e Veda conoscenza.
Potremmo tradurlo come Scienza della Vita.
Stiamo parlando della medicina tradizionale indiana,una vera e propria scienza olistica in cui l'uomo è messo al centro ed è considerato nella sua totalità mente-corpo-spirito.
Secondo l'Ayurveda tutti gli esseri viventi e non viventi del nostro universo sono costituiti da cinque elementi di base che sono
  • Aria
  • Fuoco
  • Terra
  • Acqua
  • Etere (o vuoto,spazio)
La diversa combinazione, in ognuno di noi,di questi elementi ci contraddistingue in tipi
  • Vata
  • Pitta
  • Kapha

Vata,Pitta e Kapha sono dei Dosha,delle funzioni.
Dosha vuol dire ciò che conserva e controlla il corpo.
Uno degli strumenti utilizzati in Ayurveda è il massaggio detto anche Abyangam.
In questo tipo di massaggio il corpo è trattato con sacralità,questi momenti sono infatti una vera e propria pratica sacra.
Oltre ad armonizzare i Dosha,a innescare il riequilibro psico-fisico, il massaggio Ayurveda ci aiuta ad entrare in contatto con la nostra parte più profonda e non a caso è anche chiamato il massaggio dell'anima.










martedì 13 agosto 2013

La salute nei denti e nel corpo

Avete mai sentito parlare di dentosofia?

Allego un articolo molto interessante che riguarda la nostra salute e i nostri denti.
Per leggerlo cliccare qui

mercoledì 31 luglio 2013

Pillole di BenEssere


Felicità/Depressione

Non c'è differenza tra felicità e depressione.L'andamento è comune a entrambe: vanno e vengono.
Il contenuto, ovviamente, cambia, ma la vera differenza tra esse è ciò che noi ne facciamo.
Siamo costantemente alla ricerca della felicità. Quando la vediamo arrivare diciamo:"Hey, vieni qui. Ti vedo. Resta per sempre con me". La felicità ride, e ci risponde:"Oh, mi ha vista. Adesso posso andare". E lo fa.
Se vediamo la depressione invece diciamo: "Vattene, non ti voglio. Non io". E la depressione sospira: "Eccoci di nuovo. Ho paura di dover diventare ancora più grande, in modo che lei mi ascolti e impari ciò che voglio insegnarle". Così ci batte sulla spalla ed esclama:" Hey, hey!" finchè ottiene la nostra attenzione. Poi se ne va.
Sia la felicità che la depressione hanno qualcosa da insegnarci. Entrambe vengono e vanno. Entrambe ritornano. E' la nostra disponibilità ad imparare da esse che fa la differenza.

La mia felicità è un dono. La mia depressione è un dono. Entrambe sono come farfalle nella mia vita.
 
Dal libro Meditazioni per donne che hanno troppo da fare di Anne Wilson Schaef

venerdì 12 luglio 2013

Una pausa di respiro

Una pausa di respiro

Un massaggio non è solo un massaggio.
E' un momento di benessere da dedicarti, uno spazio di quiete e silenzio interiore.
Attraverso il massaggio del Tuo Lab impari a fermarti, ad ascoltare te stesso/a.
E' una pausa di respiro per il corpo, la mente e il cuore.
Un momento speciale in cui lasciar andare tutte le preoccupazioni, le tensioni.
Scrivimi per informazioni :D


martedì 2 luglio 2013

Nuovo logo

Ecco il nostro nuovo logo dai colori del cielo e del mare.
A noi piace tanto e ringraziamo il suo ideatore,Matteo Benegiamo!


Buona estate a tutti voi!

domenica 30 giugno 2013

Il nostro giardino interiore

Dentro di te c'è un luogo sacro, che merita di grande attenzione.
Al Tuo Lab piace chiamarlo il giardino interiore.
E' un luogo solo tuo, che crei a tua immagine e somiglianza e dentro ci metti quello che vuoi.
E' un luogo magico e sta  a te renderlo inviolabile.
Forse lo chiami diversamente, o forse non ci hai mai pensato.
Spesso e volentieri alcune persone aspettano di star male per ricordarsi del giardino.
Altri se ne ricordano e iniziano anche a curarlo, ma appena spunta il sole lo abbandonano...
Come se il sole potesse fare tutto da solo.
La verità è che questo giardino richiede tutta la tua attenzione e il tuo amore.
Il tuo giardino interiore non merita forse di essere curato e amato ogni giorno, con  il sole o con la pioggia?
Il Tuo Lab è qui anche per questo, può darti qualche input iniziale, mostrarti quali attrezzi utilizzare per curare il giardino ...sostenerti nella scoperta dei semini da piantare, in modo che da quei semini possano nascere bellissimi fiori variopinti, che attireranno farfalle altrettanto colorate...e poi al momento giusto allontanarsi piano piano mentre tu continui a prendertene cura...perché è qualcosa di solo tuo, speciale, il tuo giardino inviolabile.



Di cosa hai bisogno?
Sa dove vuoi iniziare?

Puoi scriverci.
Non costa nulla :)

venerdì 7 giugno 2013

Massaggiando...

Il Tuo Lab da oggi si avvale anche del massaggio!

Quando tocchi il corpo di una persona, sii disposto alla preghiera come se Dio stesso fosse presente, e tu semplicemente lo servirai.
Lasciati andare con l'energia totale.
Ogni volta che vedi fluire il corpo e che vedi l'energia costituire una nuova armonia, sentirai delle gioie senza precedenti e ti troverai in una meditazione profonda.
Massaggiando, massaggia soltanto. Non pensare a nient'altro.
Entra nelle tue dita, nelle tue mani, come se la tua esistenza stessa vi entrasse.
Non accontentarti di un "toccare fisico".
La tua anima penetra nel corpo dell'altro e le tensioni più intense si sciolgono.
Fanne un piacere, non un lavoro.
Fanne un gioco e divertiti.
Osho


Nella foto frangipani.Goa 2013.

giovedì 9 maggio 2013

Piano A? Anche b,c,d,e,f...

foto da web


Se il piano A non va,l'alfabeto ha altre 25 lettere!
Stay cool! :D

Quante volte facciamo dei piani e puntualmente si disintegrano sotto i nostri occhi?
Non sempre fatica e sacrificio ripagano subito.
In questi casi cosa possiamo fare?
E tu come reagisci in queste circostanze?
Cosa fai?
Ti disperi oppure superi il momento di sconforto e passi al piano b,c, d, e, f...?

Conosci il counselling a mediAzione corporea?
Ecco la mia proposta :D







lunedì 8 aprile 2013

sabato 6 aprile 2013

Metamedicina

IL CORPO GRIDA… 
Quello Che La Bocca Tace…
Secondo la metamedicina la malattia è un conflitto tra la personalità e l’anima. 
Pertanto essa dice che:

Il raffreddore “cola” quando il corpo non piange…
Il dolore di gola “tampona” quando non è possibile comunicare le afflizioni.
Lo stomaco “arde” quando le rabbie non riescono ad uscire.
Il diabete “invade” quando la solitudine duole.
Il corpo “ingrassa” quando l’insoddisfazione stringe.
Il mal di testa “deprime” quando i dubbi aumentano.
Il cuore “allenta” quando il senso della vita sembra finire.
Il petto “stringe” quando l’orgoglio schiavizza.
La pressione “sale” quando la paura imprigiona.
Le nevrosi “paralizza” quando il bambino interno tiranneggia.
La febbre “scalda” quando le difese sfruttano le frontiere dell’immunità.
Le ginocchia “dolgono” quando il tuo orgoglio non si piega.

IL destino del TUO mondo è nelle TUE mani...che hai intenzione di fare?




domenica 24 marzo 2013

Il viaggio come scoperta di sè

Sai il viaggio in India è davvero una meditazione in movimento

Come darle torto?
Uscire dai propri confini,tuffarsi con coraggio nello sconosciuto, abbandonare le proprie sicurezze.
Vivere semplicemente, trascorrendo le proprie giornate ad esplorare,respirare,riempire la vista e il cuore di colori, aromi, suoni.
RiTrovare se stessi oltre i propri confini per poi scoprire che  essi sono solo confini mentali, che in realtà c'è molto di più.

Ci sono viaggi da turisti e viaggi da esploratori.
Sono belli entrambi, quello in India è stato tuttavia un viaggio da esploratori: in parallelo esplorazione di un paese, esplorazione di se stessi.

E adesso con nuovi semini che devono che devono sbocciare e rinnovamento rieccoci qui con IL Tuo Laboratorio :-)

Banyan

Stiamo riorganizzando il lavoro per i prossimi mesi,nel frattempo ci piace stare in vostra compagnia :-)
Restate in conTatto.
Namastè :-)

martedì 12 febbraio 2013

SperimentAzioni

Ciao a tutti,
se seguite da un pò il blog, saprete che
Il Tuo Laboratorio, da settembre,ha ideato Pausa BenEssere...
Adesso però è arrivato il momento che anche Il Tuo Laboratorio prenda una Pausa BenEssere ...

E' tempo per me di sperimentare, ampliare gli orizzonti e approfondire la ricerca , il lavoro sul corpo arricchendolo di nuove esperienze/influenze.
E' tempo di rimettersi in gioco per tornare con proposte ancora più leggere e frizzanti.


Pertanto le proposte sono momentaneamente sospese.

Chi desideri portare,in primavera/estate, Il Tuo Laboratorio presso il suo centro, palestra, associazione,villaggio,comune,masseria,lido ed altre strutture può inoltrare comunque la domanda completando il modulo contatti.
E se non siete salentini forse starete pensando di fare un salto...
Lo dice anche quest' articolo che E' in Salento la vacanza perfetta!

Pensateci,noi comunque
ci rivediamo in primavera! :-)




E prima di lasciarvi, ma solo temporaneamente, voglio farlo condividendo con voi queste parole del grande Josè Saramago


Il viaggio non finisce mai.
 Solo i viaggiatori finiscono. 
Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto: “Non c’è altro da vedere”, sapeva che non era vero.
 Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva. Bisogna ritornare sui passi già dati, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre.

Un abbraccio,
a presto!

mercoledì 6 febbraio 2013

Te lo dico attraverso le immagini

Nella vita sono importanti questi momenti



a contatto con noi stessi




e sono importanti anche questi momenti




a conTatto con l'altro



momenti che ci fanno sentire così

e così



qualcuno dice che

La felicità è un lavoro interiore

 la vita è anche un Gioco, scoperta, esplorazione, ...



crescita...


in ogni modo...la vita è un Viaggio


 e se tu avrai voglia di sperimentare un pezzettino del tuo viaggio con me,mi troverai qui :-)

giovedì 31 gennaio 2013

Trasforma la tua vita in un laboratorio...

Trasforma la tua vita in un laboratorio e comincia a capire tutte queste energie che sono dentro di te, osservale, riconoscile. Non reprimerle anche se non ne hai l’intenzione. Non spaventarti mai, neanche per sbaglio, ma cerca invece di comprendere tutto quello che accade dentro di te. Se sei arrabbiato, sentiti fortunato e sii grato alla persona che ti ha suscitato questa rabbia; ti ha dato un’opportunità, un certo tipo di energia è sorta dentro di te e ora sei in grado di vedere cos’è. Guarda in silenzio tra te e te, cerca di capire di cosa si tratta.
Man mano che la tua coscienza si espanderà, la tua comprensione diventerà più profonda. Più diventerai maestro della tua rabbia, più scoprirai che è sotto il tuo controllo. Il giorno in cui diventerai maestro della tua rabbia, quello sarà il giorno in cui sarai in grado di trasformarla.

Si può trasformare solo ciò di cui si è maestri; non si può trasformare ciò di cui non si è maestri. E ricordati, non potrai mai essere maestro di ciò che combatti perché è impossibile diventare maestri di un nemico. Si può essere maestri solo di un amico. Se diventi un nemico delle forze che sono dentro di te non potrai mai diventarne maestro. Non potrai mai vincere senza amore ed amicizia.
Non spaventarti e non condannare l’immenso tesoro di energia che è dentro di te. Comincia a comprendere ciò che è dentro di te.

Osho, Il viaggio interiore

lunedì 28 gennaio 2013

domenica 6 gennaio 2013

Terapia tibetana ai pazienti oncologici

Buone notizie

Alcuni pazienti oncologici sperimenteranno la meditazione tibetana, questo per volontà dell'Ausl di Bologna.
Ma andiamo nello specifico, riportando quanto scritto sul sito

http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/cronaca/2013/5-gennaio-2013/al-bellaria-si-sperimenta-meditazione-tibetana-2113417565704.shtml

Al Bellaria si sperimenta la meditazione tibetana
Il primo caso in Italia.
La pratica meditativa Tong Len sarà testata su un gruppo di 80 pazienti del reparto di oncologia

BOLOGNA - L'Ausl di Bologna ha deciso di consentire, prima azienda sanitaria a livello internazionale, la sperimentazione di una terapia tibetana ai suoi pazienti oncologici. Si chiama «Pratica meditativa Tong Len», partirà a febbraio e sarà condotta dall'equipe di Gioacchino Pagliaro, 58 anni, direttore del reparto di Psicologia clinica dell'ospedale Bellaria, che si occupa di meditazione da oltre vent'anni.

LA SELEZIONE - Nei prossimi giorni saranno scelti 80 pazienti, che continueranno nel frattempo il normale processo di cure: 40 saranno sottoposti alla terapia, l'altra metà no, in modo da valutare le differenze. Pagliaro e i 15 professori sanitari - spiega l'edizione bolo0gnese di Repubblica - non conosceranno i nomi di chi farà il test: avranno solo una scheda con le iniziali del paziente, il tipo di patologia e determinati valori del sangue.
LO STUDIO - Lo studio, a costo zero, durerà diversi mesi e, a distanza di tre e cinque anni, lo staff di medici analizzerà i pazienti per capire se ci sono stati cambiamenti, se sono variati alcuni valori del sangue come il livello dei globuli bianchi oppure se ci sono miglioramenti negli stati d'ansia e di tensione. Una misurazione, questa, che avverrà prima, dopo e durante il test. Il «Tong Len» («Prendere e dare») è un'antica pratica buddista che prevede, come attività centrale, la meditazione. Il comitato etico dell'Ausl ha approvato la sperimentazione e il direttore sanitario Massimo Annichiarico ha firmato la delibera che autorizza il progetto. Ad oggi non c'è letteratura scientifica che possa dimostrare il reale beneficio della terapia.



anche se sull'ultimo pensiero abbiamo qualcosa da ridire, ormai è dimostrato anche scientificamente che la meditazione , praticata costantemente, apporti numerosi benefici, siamo lieti di divulgare questa notizia.

venerdì 4 gennaio 2013

Allegato B del regolamento del CNCP

Carissimi, ricevo e divulgo.

ASSOCIAZIONE CNCP Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti
REGOLAMENTO ALLEGATO B

L’Allegato B , sez. 1 e 2 deve essere pubblicato sui siti web e nei contratti di formazione di tutte le strutture aderenti al CNCP, che potranno utilizzare dizioni ridotte nelle forme di comunicazione al pubblico non specialistiche, sempre citando il presente allegato del Regolamento. La non ottemperanza del rispetto di questi requisiti sarà segnalato alla commissione di etica e deontologia professionale del CNCP ratificato il 1 ottobre 2012 Allegato B sez. 1) Centri di Formazione e singoli Soci I Direttori delle scuole di formazione afferenti al CNCP ed i soci del CNCP sono tenuti ad inserire e sottoscrivere, sia nella documentazione ufficiale che nei contratti formativi, nonché in tutto il materiale promozionale ed informativo dei corsi (inclusi siti web e altri spazi internet) e tutte le volte che vengano menzionati i termini “counselling” e “corsi di counselling”, le seguenti specifiche: 1) Il Counselling non è psicoterapia 2) Il Counselling non è un intervento di cura 3) Un ciclo di counselling si struttura in un numero limitato di incontri (max 10 incontri); tra un ciclo di counselling e quello (eventuale) successivo va previsto un intervallo di tempo di almeno 100 giorni 4) Il professionista è tenuto a redigere con il cliente il contratto (in forma scritta) di consenso informato sulla tipologia di trattamento e sulla privacy basato su un modello standard fornito dall’Associazione CNCP, all’interno del quale devono essere richiamati e specificati i criteri metodologici relativi a: a) L’analisi della domanda b) La scelta del trattamento di elezione c) Gli adempimenti obbligatori (in base a quanto previsto dalla legge sulla privacy) d) La Carta dei Diritti degli Utenti (da allegare al contratto e che sarà pubblicata sul sito dell’Associazione CNCP Allegato B sez. 2) Centri di Formazione I Centri di formazione, i cui programmi sono stati accreditati dall’Associazione CNCP, sono tenuti ad esaminare, durante la fase di selezione degli allievi, la documentazione prodotta dai candidati al fine di verificare la sussistenza dei seguenti requisiti: e) maturità psicologica f) età non inferiore ad anni 22 g) conoscenza del mondo delle relazioni di aiuto e relativa comprovata esperienza. Quest’ultimo requisito non è richiesto quale conditio sine qua non ai fini dell’iscrizione, fermo restando che l’allievo sarà tenuto ad espletare, già nel corso del primo anno di formazione, un’attività esperienziale integrativa all’uopo documentata.
L’Allegato B , sez. 1 e 2 deve essere pubblicato sui siti web e nei contratti di formazione di tutte le strutture aderenti al CNCP, che potranno utilizzare dizioni ridotte nelle forme di comunicazione al pubblico non specialistiche, sempre citando il presente allegato del Regolamento. La non ottemperanza del rispetto di questi requisiti sarà segnalato alla commissione di etica e deontologia professionale del CNCP ratificato il 1 ottobre 2012

giovedì 3 gennaio 2013